ConcentrazionePillole

Creatività, concentrazione, flusso

Succede anche a te di non renderti conto del tempo che passa quando fai qualcosa di piacevole? Leggere un libro, stare con una persona amata, esplorare un museo o andare in bici all’aria aperta? 

Questo stato ha un nome, in psicologia è definito flusso (in inglese flow), o esperienza ottimale.

È uno stato di coscienza in cui la persona è completamente immersa in un’attività. 

Ti sei mai fermato/a ad osservare un bambino quando gioca? per lui non esiste niente altro che quel momento. 

Questa condizione è caratterizzata da un totale coinvolgimento dell’individuo che ha 4 qualità:

  • focalizzazione sull’obiettivo
  • forte motivazione intrinseca
  • positività 
  • gratificazione nello svolgimento del compito

Un altro esempio concreto? L’esperienza raccontata da Alessia Zecchini, campionessa mondiale di apnea, che ho avuto il piacere di accompagnare come coach nella stesura del talk TEDxBergamo nel 2019. 

Il concetto di flusso fu introdotto nel 1975 dallo psicologo Mihály Csíkszentmihályi nella sua teoria del flusso, e si è poi diffuso in vari campi di applicazione della psicologia, come lo sport, la spiritualità, l’istruzione. 

In ogni momento, ciascun individuo riceve una grande quantità di informazioni provenienti dal mondo circostante; gli psicologi hanno scoperto che la mente ne può gestire solo un certo numero alla volta: circa 126 bit di dati al secondo in base allo studio di Csíkszentmihályi del 1956. 

Al contrario, un’intera conversazione “pesa” circa 40 bit, cioè un terzo della nostra capacità, questo è il motivo per cui non è facile focalizzare l’attenzione su altre attività quando si sta tenendo un discorso.

Generalmente ogni individuo è in grado di decidere su cosa vuole concentrare la propria attenzione. 

Tuttavia, quando si è in “stato di flusso” si è completamente assorbiti nell’azione e, senza prendere coscientemente una decisione, si perde la consapevolezza di tutte le altre cose: tempo, persone, distrazioni e persino esigenze fisiologiche. 

Ciò si verifica perché tutta l’attenzione è occupata da quella particolare azione e non ne resta per le altre attività, pur necessarie.

Csikszentmihalyi individua i seguenti fattori che, pur potendo apparire indipendenti l’uno dall’altro, in realtà sono in combinazione tra loro e costituiscono la cosiddetta esperienza di flusso: 

  1. Obiettivi chiari: le aspettative e le modalità di raggiungimento sono chiare.
  2. Concentrazione totale sul compito: un alto grado di concentrazione in un limitato campo di attenzione (la persona non ragiona su passato e futuro, ma solo sul presente) “HO SOLO OGGI”.
  3. Perdita dell’autoconsapevolezza: il soggetto è talmente assorto nell’attività da non preoccuparsi del suo ego.
  4. Distorsione del senso del tempo: si altera la percezione del tempo. Non si rende conto del suo scorrere.
  5. Retroazione diretta e inequivocabile: l’effetto dell’azione deve essere percepibile dal soggetto immediatamente ed in modo chiaro.
  6. Bilanciamento tra sfida e capacità: l’attività non è né troppo facile né troppo difficile per il soggetto.
  7. Senso di controllo: la percezione di avere il controllo della situazione.
  8. Piacere intrinseco: l’azione dà un piacere intrinseco, fine a sé stesso (esperienza autotelica).
  9. Integrazione tra azione e consapevolezza: la concentrazione e l’impegno sono massimi. La persona è talmente assorta nell’azione da fare apparire l’azione naturale.

To be continued…

Se non hai letto l’articolo precedente della serie “soluzioni per ritrovare la concentrazione o lavorare meglio” vai qui. 

Pillole

Da dove nasce la creatività? E come si fa a coltivarla?

Se anche a te è capitato di porti queste domande, ti potrebbero interessare i talk e l’articolo in cui ti parlo di da dove nasce la creatività, e come si fa a coltivarla.
Nel 2009 è stato pubblicato uno dei talk più appassionati che puoi trovare sulla piattaforma TED.com

Lei, Elisabeth Gilbert, è la scrittrice di Love, Eat and Pray, romanzo convertito in seguito nel film con Julia Roberts.

Nella ricerca di un modello di riferimento, un modello da copiare che la aiutasse a calmare, o colmare, l’ansia di scrivere e coltivare la creatività ci racconta che ha iniziato una ricerca, partendo da molto lontano…

E quella ricerca mi ha portato all’antica Grecia e antica Roma. Seguitemi perchè gira in cerchio e poi torna indietro. Nell’antica Grecia e antica Roma, le persone non sembravano credere che la creatività venisse dagli uomini, Ok? Si pensava che la creatività fosse questo spirito guardiano divino e che venisse agli uomini da una qualche sorgente distante e sconosciuta, per ragioni distanti e sconosciute. I greci chiamavano questi divini spiriti guardiani della creatività “demoni”. Socrate, meravigliosamente, credeva di avere un demone che elargiva saggezza da lontano. I Romani erano della stessa idea, ma chiamavano quella specie di spirito senza corpo un genio. Il che è grandioso, perché i Romani non pensavano davvero che un genio fosse qualcuno particolarmente intelligente. Credevano che un genio fosse questa specie di entità divina. Qualcosa che “arrivasse dall’alto”.

“Poi il Rinascimento arrivò e tutto cambiò, e nacque questa grande idea; mettiamo l’essere umano al centro dell’universo sopra tutti gli dei e i misteri e senza più lasciare spazio alle creature mitiche che scrivono dettate dalla divinità. Questo fu il principio dell’umanesimo razionale e le persone cominciarono a pensare che la creatività venisse completamente dall’individuo. E per la prima volta nella storia, si cominciò a riferirsi a questo o quell’artista come ad un genio piuttosto che ad una persona con del genio.”

 

Possiamo tornare ad una comprensione più antica della relazione tra umani e mistero creativo?

Continua a leggere questo articolo in cui ti racconto da dove nasce la creatività, e come si fa a coltivarla.

E se la creatività fosse fatta di attimi in cui le idee arrivano, e se non li riesci ad afferrare al volo sfuggono e vanno da qualcun altro? idee da acciuffare  e collegare con la circostanza, la storia che stai raccontando o il progetto che stai sviluppando? 

A te è mai capitato di trovarti in una situazione simile? A me sì, spesso, a volte di notte, altre quando cammino. 

Devo avere con me un taccuino, o almeno il cellulare per registrare le idee che mi frullano per la testa, le soluzioni, i linking the dots che si attivano come per magia. 

La creatività è un processo creativo che può essere coltivato. 

Come? ti porto tre spunti: 

  • Dall’articolo apparso nel 2019 (10 anni dopo questo talk) How to Be Creative on Demand, by Joseph Grenny, secondo l’autore La creatività è la provvidenza apprendibile. Sembra un miracolo inspiegabile quando arriva, e potremmo non essere mai in grado di isolare tutte le variabili che lo generano. 

Ma ognuno di noi può creare in modo affidabile le condizioni per invitarla. 

La sua ricetta?

1. Inquadra il problema, quindi fai un passo indietro.

Sì, prendi le distanze dal problema, utilizza l’helicopter view. 
Come un granello di sabbia in un’ostrica, l’irritazione cognitiva stimola la creatività. Quando ti dai un problema irresistibile, complesso, irrisolto – e assicurati di articolarlo in modo chiaro, conciso e vivido – il tuo cervello si irrita, si attiva. 

Allontanati un po’ e lascia che inizi il lavoro inconscio – ciò che attinge da un complemento più completo di risorse mentali, esperienze e connessioni creative. (personalmente molti dei lampi di genio per risolvere problemi, sono venuti mentre dormivo!) 

2. Obbedisci alla tua curiosità. 

Steve Jobs lo chiamava: linking the dots (or the odds, le cose più improbabili della vita!). Sono d’accordo. Se vuoi essere più creativo, devi conoscere più discipline, fare esperienze diverse per poi connetterle. Il modo migliore per costruire un ricco database mentale che ti aiuterà a risolvere i problemi, in seguito, è onorare le curiosità di passaggio.

Se qualcosa solletica il tuo cervello, spendi del tempo con questa curiosità. Segui percorsi che non hanno uno scopo ovvio se non quello di soddisfare un capriccio. Potrebbe essere un articolo o una sessione di conferenza che ti incuriosisce; un libro che noti inspiegabilmente; una persona a cui ti viene presentato. È allettante lasciare passare queste opportunità, ma lo fai a tuo rischio creativo. Diventano i mattoncini Lego, i giocattoli per armeggiare e gli scovolini dai quali emergono i tuoi capolavori creativi.

Soprattutto adesso che gli eventi si sono riversati online, è un’ottima occasione per affacciarsi a tematiche o discipline che fino ad ora hai ritenuto distanti, e potresti scoprire utili o interessanti. 

3. Tieni traccia delle scoperte ed intuizioni che fai. Scrivile! Organizzale, registrale, salvale con parole chiave.

Aiuterà a trattenere l’informazione ed a ritrovarla quando sarà utile.

4. Fai cose che non ti interessano.

Molte idee che ho collezionato sono venute da seminari, articoli o video online della conferenza che magari neanche solleticava la mia curiosità. Questa è forse la proposta più difficile da attuare! 

5. Invita conversazioni scomode.

Un altro grande stimolo creativo è quello di impegnarsi regolarmente in conversazioni con persone dalle quali normalmente potresti indietreggiare. Cosa succederà? Guadagnerai preziose prospettive da vite che non vivrai mai e che inizierai a tenere presente in nuovi contesti.

6. Fermati e lavora quando le idee arrivano.

Ci sono dei momenti in cui si sente l’urgenza, l’impeto della creatività che emerge, e urge attenzione. Onora quel momento e fermati. Interrompi qualunque altra cosa e dedicati a quell’inaspettato attimo di lucida generazione di idee. Non tonerà più o sarà difficile ricordarlo.

La creatività è un mistero. Ma noi possiamo mettere in pratica strategie che la invitano per godere del suo arrivo benefico.

To be continued…

Se non hai letto l’articolo precedente della serie “soluzioni per ritrovare la concentrazione o lavorare meglio” vai qui. 

Asian women drinking coffee and waking up in her bed fully reste
Pillole

Creatività e benessere

 To be continued… Continuano gli articoli su creatività, movimento e come ritrovare la concentrazione.


Se alla camminata aggiungi esercizi intenzionali di attenzione focalizzata sarà ancora più efficace.
Sì Cinzia…ma come fare? ecco la mia ricetta!

  • Crea una routine per te: alzati sempre alla stessa ora, bevi acqua e limone a temperatura ambiente, quindi fai colazione (ma puoi anche farla dopo la camminata, solo te conosci cosa ti fa stare meglio!).
  • Dedicati alcuni minuti per ascoltare il tuo corpo e salutare questa nuova meravigliosa giornata che ti è data. (guarda anche questo TED talk)
  • Connettiti con la natura: apri le finestre, cambia l’aria! Dedica almeno dieci minuti per fare soft stretching, allungare collo, schiena, gambe, ogni singola parte del tuo corpo che necessita di essere risvegliata e scoperta
  • Esci a camminare in mezzo al verde. Il ben-essere e la creatività vengono dal tuo corpo in uno scambio continuo di feedback tra corpo e cervello e viceversa. Molti di noi sono cresciuti con la mentalità che la mente guida, io appartengo a questo gruppo! Ed in effetti la forza di volontà auto-scelta mi ha guidata spesso ed aiutata a superare grandi difficoltà. Ma non basta!

Il nostro corpo è il nostro strumento ed abbiamo l’onore di prendercene cura.

  • Risveglia i tuoi sensi: mentre cammini puoi scegliere a quale senso prestare più attenzione: puoi partire dal respiro, dall’ascoltare l’aria fresca che entra nei tuoi polmoni e che irrora tutto il tuo essere. Respira a pieno diaframma, sì con la pancia! Avrai un maggior volume di ossigeno a disposizione. Poi, oppure, puoi scegliere di prestare attenzione focalizzata ai profumi che incontri, o ancora al cinguettio degli uccellini ed ai rumori che ti circondano, aprendo mente e cuore allo scoprire suoni o rumori che non sapevi esserci attorno a te. 

Scegli te cosa ti dà più piacere, momento per momento

  • Se invece preferisci farti inondare dalla musica che ti fa sentire meglio: ben venuta musica! Qui trovi un articolo molto interessante di un musicista che si occupa anche di musico terapia.
  • Al termine della camminata, di almeno 20 minuti, dedicati ancora 5 minuti di stretching.
  • Dopo una bella doccia tiepida sarai pronta/o per la tua nuova giornata al 100% o a dedicare attenzione a chi ti circonda.
  • Se hai figli: butta giù la tua todolist e priorità della giornata. A questo punto propongo di svegliarli (se non lo fanno da soli), avvia le loro lezioni a distanza, sempre se hanno bisogno del tuo aiuto. Anche per loro attivare una routine aiuta a mantenere alta motivazione ed attenzione.

Questa routine, personalmente, mi permette di partire carica e più disponibile con gli altri.

E tu cosa fai? Come ti senti questa mattina? Sei pronto per un nuovo foglio bianco da scrivere?

Se non hai letto il primo articolo della serie “soluzioni per ritrovare la concentrazione o lavorare meglio” eccolo qui! 

error: Content is protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.
Cookie Policy di www.cinziaxodo.com
I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell’erogazione del Servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle finalità di installazione dei Cookie potrebbero, inoltre, necessitare del consenso dell'Utente.

Quando l’installazione di Cookies avviene sulla base del consenso, tale consenso può essere revocato liberamente in ogni momento seguendo le istruzioni contenute in questo documento.
Cookie tecnici e di statistica aggregata
Attività strettamente necessarie al funzionamento.
Www.cinziaxodo.com utilizza Cookie per salvare la sessione dell'Utente e per svolgere altre attività strettamente necessarie al funzionamento di www.cinziaxodo.com, ad esempio in relazione alla distribuzione del traffico.
Attività di salvataggio delle preferenze, ottimizzazione e statistica
Www.cinziaxodo.com utilizza Cookie per salvare le preferenze di navigazione ed ottimizzare l'esperienza di navigazione dell'Utente. Fra questi Cookie rientrano, ad esempio, quelli per impostare la lingua e la valuta o per la gestione di statistiche da parte del Titolare del sito.
Altre tipologie di Cookie o strumenti terzi che potrebbero installarne
Alcuni dei servizi elencati di seguito raccolgono statistiche in forma aggregata ed anonima e potrebbero non richiedere il consenso dell'Utente o potrebbero essere gestiti direttamente dal Titolare – a seconda di quanto descritto – senza l'ausilio di terzi.
Qualora fra gli strumenti indicati in seguito fossero presenti servizi gestiti da terzi, questi potrebbero – in aggiunta a quanto specificato ed anche all’insaputa del Titolare – compiere attività di tracciamento dell’Utente. Per informazioni dettagliate in merito, si consiglia di consultare le privacy policy dei servizi elencati.
Gestione dei tag
Questo tipo di servizi è funzionale alla gestione centralizzata dei tag o script utilizzati su www.cinziaxodo.com.
L'uso di tali servizi comporta il fluire dei Dati dell'Utente attraverso gli stessi e, se del caso, la loro ritenzione.
Google Tag Manager (Google LLC)
Google Tag Manager è un servizio di gestione dei tag fornito da Google LLC.
Dati Personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Luogo del trattamento: Stati Uniti – Privacy Policy. Soggetto aderente al Privacy Shield.
Ottimizzazione e distribuzione del traffico
Questo tipo di servizi permette a www.cinziaxodo.com di distribuire i propri contenuti tramite dei server dislocati sul territorio e di ottimizzare le prestazioni della stessa.
I Dati Personali trattati dipendono dalle caratteristiche e della modalità d’implementazione di questi servizi, che per loro natura filtrano le comunicazioni fra www.cinziaxodo.com ed il browser dell’Utente.
Vista la natura distribuita di questo sistema, è difficile determinare i luoghi in cui vengono trasferiti i contenuti, che potrebbero contenere Dati Personali dell’Utente.
Cloudflare (Cloudflare Inc.)
Cloudflare è un servizio di ottimizzazione e distribuzione del traffico fornito da Cloudflare Inc.
Le modalità di integrazione di Cloudflare prevedono che questo filtri tutto il traffico di www.cinziaxodo.com, ossia le comunicazioni fra www.cinziaxodo.com ed il browser dell’Utente, permettendo anche la raccolta di dati statistici su di esso.
Dati Personali raccolti: Cookie e varie tipologie di Dati secondo quanto specificato dalla privacy policy del servizio.
Luogo del trattamento: Stati Uniti – Privacy Policy.
Protezione dallo SPAM
Questo tipo di servizi analizza il traffico di www.cinziaxodo.com, potenzialmente contenente Dati Personali degli Utenti, al fine di filtrarlo da parti di traffico, messaggi e contenuti riconosciuti come SPAM.
Google reCAPTCHA (Google Inc.)
Google reCAPTCHA è un servizio di protezione dallo SPAM fornito da Google Inc.
L'utilizzo del sistema reCAPTCHA è soggetto alla privacy policy e ai termini di utilizzo di Google.
Dati Personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Luogo del trattamento: Stati Uniti – Privacy Policy. Soggetto aderente al Privacy Shield.
Statistica
I servizi contenuti nella presente sezione permettono al Titolare del Trattamento di monitorare e analizzare i dati di traffico e servono a tener traccia del comportamento dell’Utente.
Google Analytics con IP anonimizzato (Google Inc.)
Google Analytics è un servizio di analisi web fornito da Google Inc. (“Google”). Google utilizza i Dati Personali raccolti allo scopo di tracciare ed esaminare l’utilizzo di www.cinziaxodo.com, compilare report e condividerli con gli altri servizi sviluppati da Google.
Google potrebbe utilizzare i Dati Personali per contestualizzare e personalizzare gli annunci del proprio network pubblicitario.
Questa integrazione di Google Analytics rende anonimo il tuo indirizzo IP. L'anonimizzazione funziona abbreviando entro i confini degli stati membri dell'Unione Europea o in altri Paesi aderenti all'accordo sullo Spazio Economico Europeo l'indirizzo IP degli Utenti. Solo in casi eccezionali, l'indirizzo IP sarà inviato ai server di Google ed abbreviato all'interno degli Stati Uniti.
Dati Personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Luogo del trattamento: Stati Uniti – Privacy Policy – Opt Out. Soggetto aderente al Privacy Shield.
Dominio e Server
Netsons.com Network  è un servizio di hosting fornito da Netsons, dove il sito cinziaxodo.com viene visualizzato.
Provider per il sito in questione:
Netsons s.r.l.
CF/P.IVA 01838660684
Sede Legale: Via Tirino 99
65129, Pescara, Italia
Telefono: 0854510052

Come posso esprimere il consenso all'installazione di Cookie?
In aggiunta a quanto indicato in questo documento, l'Utente può gestire le preferenze relative ai Cookie direttamente all'interno del proprio browser ed impedire – ad esempio – che terze parti possano installarne. Tramite le preferenze del browser è inoltre possibile eliminare i Cookie installati in passato, incluso il Cookie in cui venga eventualmente salvato il consenso all'installazione di Cookie da parte di questo sito. L'Utente può trovare informazioni su come gestire i Cookie con alcuni dei browser più diffusi ad esempio ai seguenti indirizzi: Google Chrome, Mozilla Firefox, Apple Safari e Microsoft Internet Explorer.
Con riferimento a Cookie installati da terze parti, l'Utente può inoltre gestire le proprie impostazioni e revocare il consenso visitando il relativo link di opt out (qualora disponibile), utilizzando gli strumenti descritti nella privacy policy della terza parte o contattando direttamente la stessa.
Fermo restando quanto precede, l’Utente può avvalersi delle informazioni fornite da EDAA (UE), Network Advertising Initiative (USA) e Digital Advertising Alliance (USA), DAAC (Canada), DDAI (Giappone) o altri servizi analoghi. Con questi servizi è possibile gestire le preferenze di tracciamento della maggior parte degli strumenti pubblicitari. Il Titolare, pertanto, consiglia agli Utenti di utilizzare tali risorse in aggiunta alle informazioni fornite dal presente documento.
Titolare del Trattamento dei Dati
Cinzia Xodo - via A Gramsci 14 - 24030 Mozzo, Bergamo
Indirizzo email del Titolare: hello@cinziaxodo.com
Dal momento che l'installazione di Cookie e di altri sistemi di tracciamento operata da terze parti tramite i servizi utilizzati all'interno di www.cinziaxodo.com non può essere tecnicamente controllata dal Titolare, ogni riferimento specifico a Cookie e sistemi di tracciamento installati da terze parti è da considerarsi indicativo. Per ottenere informazioni complete, l’Utente è invitato a consultare la privacy policy degli eventuali servizi terzi elencati in questo documento.
Vista l'oggettiva complessità di identificazione delle tecnologie basate sui Cookie l'Utente è invitato a contattare il Titolare qualora volesse ricevere qualunque approfondimento relativo all'utilizzo dei Cookie stessi tramite www.cinziaxodo.com.
Definizioni e riferimenti legali
Dati Personali (o Dati)
Costituisce dato personale qualunque informazione che, direttamente o indirettamente, anche in collegamento con qualsiasi altra informazione, ivi compreso un numero di identificazione personale, renda identificata o identificabile una persona fisica.
Dati di Utilizzo
Sono le informazioni raccolte automaticamente attraverso www.cinziaxodo.com (anche da applicazioni di parti terze integrate in www.cinziaxodo.com), tra cui: gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer utilizzati dall’Utente che si connette con www.cinziaxodo.com, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier), l’orario della richiesta, il metodo utilizzato nell’inoltrare la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta dal server (buon fine, errore, ecc.) il paese di provenienza, le caratteristiche del browser e del sistema operativo utilizzati dal visitatore, le varie connotazioni temporali della visita (ad esempio il tempo di permanenza su ciascuna pagina) e i dettagli relativi all’itinerario seguito all’interno dell’Applicazione, con particolare riferimento alla sequenza delle pagine consultate, ai parametri relativi al sistema operativo e all’ambiente informatico dell’Utente.
Utente
L'individuo che utilizza www.cinziaxodo.com che, salvo ove diversamente specificato, coincide con l'Interessato.
Interessato
La persona fisica cui si riferiscono i Dati Personali.
Responsabile del Trattamento (o Responsabile)
La persona fisica, giuridica, la pubblica amministrazione e qualsiasi altro ente che tratta dati personali per conto del Titolare, secondo quanto esposto nella presente privacy policy.
Titolare del Trattamento (o Titolare)
La persona fisica o giuridica, l'autorità pubblica, il servizio o altro organismo che, singolarmente o insieme ad altri, determina le finalità e i mezzi del trattamento di dati personali e gli strumenti adottati, ivi comprese le misure di sicurezza relative al funzionamento ed alla fruizione di www.cinziaxodo.com. Il Titolare del Trattamento, salvo quanto diversamente specificato, è il titolare di www.cinziaxodo.com.
Www.cinziaxodo.com (o questa Applicazione)
Lo strumento hardware o software mediante il quale sono raccolti e trattati i Dati Personali degli Utenti.
Servizio
Il Servizio fornito da www.cinziaxodo.com così come definito nei relativi termini (se presenti) su questo sito/applicazione.
Unione Europea (o UE)
Salvo ove diversamente specificato, ogni riferimento all’Unione Europea contenuto in questo documento si intende esteso a tutti gli attuali stati membri dell’Unione Europea e dello Spazio Economico Europeo.
Cookie
Piccola porzione di dati conservata all'interno del dispositivo dell'Utente.
Riferimenti legali
La presente informativa privacy è redatta sulla base di molteplici ordinamenti legislativi, inclusi gli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679.
Ove non diversamente specificato, questa informativa privacy riguarda esclusivamente www.cinziaxodo.com.

Chiudi